Reciproco riconoscimento delle decisioni

Con i decreti legislativi n. 36, 37 e 38, tutti del 15.02.2016 è stata data attuazione in Italia a tre decisioni quadro, rispettivamente in tema di riconoscimento delle misure alternative alla detenzione cautelare (DQ 2009/829/GAI), delle sanzioni pecuniarie (DQ 2005/214/GAI) nonché delle sentenze, delle decisioni di sospensione condizionale della pena e di applicazione delle sanzioni sostitutive (DQ 2008/947/GAI).

Il principio sotteso ai tre provvedimenti è l’ormai ben noto mutuo riconoscimento delle decisioni, fondato sulla fiducia reciproca che gli Stati dell’Unione europea hanno l’uno nell’altro, in considerazione di valori acquisiti e comuni.